Mario Comensoli, Il pittore del dissenso

Guglielmo Volonterio, 2014

Guglielmo Volonterio, che con molti importanti scritti ha accompagnato fin dagli anni 50 l’eccezionale percorso umano e creativo di Mario Comensoli, dedica ora all’artista un volume che apre nuove prospettive nell’analisi della sua opera. Il volume reca il titolo significativo:

 

Mario Comensoli

Il pittore del dissenso

 

ed è stato pubblicato a cura della Fondazione Mario e Hélène Comensoli di Zurigo.

In quest’opera di 110 pagine riccamente illustrata, Volonterio indaga sulla “diversità“ di Comensoli in un universo pittorico che tende generalmente a privilegiare in un contesto autoreferenziale l’effetto immediato, l‘impatto della realtà oggettuale quotidiana in una cultura di massa. Significativa la citazione da Jean-François Lyotard che offre lo spunto all’analisi di Volonterio: “L’invenzione (artistica) si produce sempre attraverso il dissenso (le “différend”). Il sapere postmoderno non è esclusivamente uno strumento di potere. Raffina la sensibilità per le differenze”.

I libri (edizione tecnica curata dalla mediaTREE) sono da ordinare direttamente presso:

Fondazione Mario e Hélène Comensoli
Centro Comensoli
Heinrichstrasse 267/10
CH – 8005 Zurigo

T +41 43 366 87 70
F +41 43 366 87 71
Mobile +41 79 348 95 38

mario.barino@comensoli.ch

 

Print Friendly