Oh mamma mia!

2015
Soggetto: Alessandra Bonzi
Regia: Alessandra Bonzi, Vito Robbiani
Realizzazione: Alessandra Bonzi Gioele Di Stefano,
Musica: Gioele Di Stefano
Produzione: mediaTREE

Oh_mamma_mia-locandinaOh mamma mia!” si potrebbe dire “ancora un blog sulle mamme! Bastaaaaaaaa”.

L’ho pensato anche io, lo confesso, poi sono tornata in me, ho fatto un passo indietro a quel 15 settembre del 2012 che ha cambiato radicalmente la mia vita.

Quell’esserino che lasciavo il più possibile alle infermiere nella nursery, la permanenza in ospedale che ho cercato di prolungare il più possibile per paura di trovarmi in casa con lui, il terrore che ho provato guidando la prima volta uscendo dall’ospedale con la creaturina nel seggiolino: avevo bisogno di condividere quel senso di inadeguatezza che ho sentito da subito e di togliere il velo di buonismo che avvolge, ancora, l’esperienza della maternità.

Detta così sembra che io sia una mamma depressa e che abbia bisogno di uno psicologo: si! è proprio così: solo che dallo psicologo ci sono già andata e la depressione post parto l’ho avuta quando la creaturina aveva circa 3 mesi.

Poi, un giorno, quando finalmente nostro figlio ci ha concesso il lusso di una notte intera, mi sono detta che la maternità è anche un’altra cosa: è pensare di fare la ceretta e la lampada per arrivare in forma in sala parto, è uscire di casa con una striscia di vomito sulla maglietta e spacciarla per l’ultima moda in fatto di T-Shirts, è scoprirsi a tentare di propinare al tuo bambino tutti i cartoni animati che ti piacevano da piccola.

Ed ecco che mi sono data da fare!

“Oh mamma mia!”, come dice il titolo, sono short stories per il WEB dedicate alle future mamme, alle già mamme, ai papà e agli amici dei neogenitori. La protagonista – la sottoscritta – si mette in prima linea per raccontare l’essere mamma.

Scrivetemi, seguitemi, commentate i miei video, suggeritemi dei temi, MA soprattutto parlatemi di voi e della vostra maternità, condividete con me e con le mamme che seguiranno la pagina facebook di “Ohmammamia” gioie e dolori di questa strana, incredibile, pazza esperienza che è la maternità!

Alessandra Bonzi

Print Friendly